• Scritto da Webmaster
  • Visite: 506

ASSOCIAZIONE AMICI DEL TEVERE

Domenica 6 novembre 2016

Restauri eccellenti: il Museo delle Terme di Diocleziano

 

Tutte le nuove iniziative culturali della consorziata Associazione “Amici del Tevere” sono pubblicate dalla redazione 060608 di Roma Capitale – Zètema.

In questo caso: http://www.060608.it/it/eventi-e-spettacoli/visite-guidate-e-didattica/restauri-eccellenti-il-museo-delle-terme-di-diocleziano-ass-amici-del-tevere-1.html

 

Dopo anni di restauro è stato inaugurato nel 2015 il nuovo allestimento del Museo Archeologico delle Terme all’interno del grandioso complesso che furono le Terme di Diocleziano, aperte nel 306.

Capace di contenere circa 3000 persone, grazie ai suoi 13 ettari di estensione, la struttura comprendeva biblioteche, palestre, sale e una piscina di 3500 metri quadrati. Su quello che era il cuore dell’impianto, comprendente il frigidarium, il tepidarium  e il calidarium, oggi sorgono il Chiostro e la Certosa realizzati da Michelangelo.  

Il Grande Chiostro è situato tra il centro delle Terme e il lato settentrionale del recinto, il Piccolo Chiostro invece sullo spazio dove si trovava la piscina, occupandone i due terzi. Il Museo Epigrafico contiene circa 10.000 epigrafi funebri che rappresentano una chiara testimonianza sociale, economica e politica della vita romana dalla nascita della città alla fine dell’Impero. L’Aula Decima è probabilmente la stanza più grande delle intere terme, che da sola dà perfettamente l’idea della maestosità della struttura. Quello che cattura la vista del visitatore appena entra in questa stanza, oltre alle sue dimensioni e all’altezza del soffitto, sono la presenza di tre tombe: la Tomba dei Dipinti, la Tomba degli Stucchi, la Tomba dei Platorini. Quest’ultima è la più grande delle tre ed è stata rinvenuta nel 1880 presso il Lungotevere tra Ponte Sisto e via della Lungara. Riconducibile al I secolo a.C., al suo interno vennero trovate nove urne con le ceneri dei defunti, sei delle quali erano ancora intatte. 

Il museo oggi è un felice connubio tra le strutture antiche, tra cui l’impressionante natatio, e la più avanzata concezione dell’esposizione museale.

 

 

Appuntamento: domenica 6 novembre alle ore 9.15 di fronte all’ingresso del Museo in Viale Enrico De Nicola n.79 (Stazione Termini)

Durata della visita 2 ore ca.

 

Costo omnicomprensivo (compresi eventuali radioauricolari per ascoltare al meglio la nostra Guida):

€ 13,00 per i Soci di AMICI DEL TEVERE, € 16,50 per i non-Soci

 

PRENOTAZIONI: mail amicideltevere@unpontesultevere.com; cell. 3395852777 - 3397448084

 

L’iscrizione all’Associazione non è obbligatoria - Chi volesse potrà tesserarsi in questa occasione (riduzione a € 10,00 per il resto dell’anno 2016)

 

PAGAMENTO:

  • presso la nostra Sede in Via Marianna Dionigi n°17, previo appuntamento telefonico,
  • su c/c presso Unicredit SpA, Agenzia Roma Mazzini “A”, intestato ad ASSOCIAZIONE AMICI DEL TEVERE, IBAN IT 68 C 02008 05167 000401070578

Chi è online

Abbiamo 21 visitatori e nessun utente online

CONSORZIO TIBERINA                           CONTATTI: info@unpontesultevere.com
SITO REALIZZATO CON LA COLLABORAZIONE DI IRPPS - CNR - ISTITUTO DI RICERCHE SULLA POPOLAZIONE
E LE POLITICHE SOCIALI DEL CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE